Barringtonia Asiatica

La Barringtonia Asiatica la si trova in varie aree geografiche come a Zanzibar, nelle Filippine, in India, nelle Isole Fiji, in Nuova Caledonia, nelle Isole Salomone, nelle Isole Cook e nella Polinesia Francese. L’habitat naturale di questa pianta sono le mangrovie delle coste dell’Oceano Indiano e dell’Oceano Pacifico occidentale. In India viene coltivata lungo le strade a scopi decorativi. E’ una pianta comune nelle mangrovie malesi, nelle zone umide.

Indice dei contenuti

  1. Caratteristiche della Barringtonia
  2. Coltivazione della Barringtonia
  3. Proprietà della Barringtonia

Caratteristiche della Barringtonia Asiatica

La Barringtonia Asiatica è un albero che può raggiungere i 25 metri di altezza, le sue foglie sono ovali e strette, lunghe dai 20 ai 40 centimetri. I suoi fiori sono molto appariscenti, composti da 4 petali bianchi e molti stami sottili di colore rosa che assomigliano a dei pompon ed emanano un odore che attira pipistrelli e falene che impollinano i fiori di notte. Fiorisce tutto l’anno ma la fioritura dura poco. Il frutto di questa pianta è conosciuto come “frutto della scatola” per via della forma semisferica del gambo che si alterna ad una forma piramidale. Il diametro del frutto è tra i 9 e gli 11 centimetri ed ha uno strato spugnoso che lo ricopre di circa 4-5 centimetri. Una caratteristica di questo frutto è che può galleggiare nell’acqua e quando e quando è zuppo di acqua inizia a germogliare. Tutte le parti di questo albero sono velenose; vi si ricava la saponina che, dopo essere stata grattugiata o spappolata, è utilizzata per pescare perché stordire i pesci d’acqua dolce (il veleno non ne intacca la carne). Il frutto viene anche utilizzato come galleggiante da pesca.

Coltivazione della Barringtonia Asiatica

In natura cresce in condizioni di umidità moderata, in aree con temperature minime tra i 20 e i 25°C e massime tra i 27 e i 34°C e in zone dove la stagione secca dura bene o male 6 mesi. Il terreno in cui cresce deve essere fertile, umido e ben drenato, in pieno sole o leggermente ombreggiato. Essendo una pianta costiera è molto resistente ai venti che portano nell’aria il sale marino. La nuove piante possono essere coltivate a seme ed il terreno in cui far crescere queste nuove piante deve assolutamente essere sabbioso ed argilloso, ben drenato, acido o alcalino con un pH tre gli 0,6 e 8,5. Ha un ottima tolleranza al sale, al vento alle maree. Solitamente questa pianta viene coltivata nei giardini vicino al mare e grazie al suo fogliame molto appariscente serve anche per fare ombra. Vicino al mare viene utilizzata come frangivento per riparare le zone costiere dalle forti brezze marine. Il legname che si ricava dalla pianta non è di alta qualità ma nelle isole del Pacifico viene utilizzato per fare pali, paletti, artigianato, intaglio, tornitura e addirittura viene utilizzato per alcune parti delle barche.

Proprietà della Barringtonia Asiatica

Questa pianta in alcuni paesi viene ancora utilizzata per curare vari disturbi. Grattugiando il seme e mescolandolo con crema di cocco si possono curare le ustioni; il decotto di foglie viene utilizzato per trattare l’ernia; il decotto della corteccia si utilizza per trattare la stitichezza e l’epilessia; il seme serve per trattare la tigna; la corteccia viene utilizzata per il trattamento della tubercolosi. Il frutto grattugiato può essere utilizzato anche per altri problemi come le cisti, il gozzo, le vesciche e tutti i tipi di protuberanze che appaiono sul corpo.

Ti potrebbero interessare anche: