Concime per piante e fiori

In questa sezione del nostro negozio online troverai vari tipi di concimi per piante da fiore, per questo devono contenere azoto, fosforo e potassio, quando acquisterai il concime ti consigliamo di guardare bene la confezione, infatti sul retro di ognuna (solitamente è sul retro) viene scritta la percentuale di ciascuna di queste sostanze nutritive. Devi però prima sapere che potrai anche trovare le lettere N, P e K, cioè azoto, fosforo e potassio. Nell’etichetta potrai trovare scritto 10-5-5 e ciò significa che il concime contiene il 10% di azoto, il 5% di fosforo e il 5% di potassio, quindi il concime (di qualsiasi tipo o marca) che contiene queste percentuali di questi tre elementi nutritivi è abbastanza completo, quindi perfetto per il suo scopo. Devi anche sapere che prima della semina è importante aggiungere gli elementi nutritivi di cui il terreno necessita, per questo puoi anche utilizzare un set apposito per verificare il livello del pH indispensabile per il giusto equilibrio ecologico, servirà per capire quali sostanze nutritive devono essere aggiunte. Se non possiedi questo kit o non puoi fare questo test non ti preoccupare, basterà che il concime sia composto in parti uguali di azoto, potassio e fosforo (quindi 10% di azoto, 10% di fosforo e 10% di potassio), così sarai sicuro che il terreno abbia il giusto apporto di sostanze nutritive. Potrai anche acquistare concimi che abbiano sostanze nutritive secondarie come il calcio, lo zolfo, il ferro e lo zinco. Di seguito troverai i migliori concimi del mercato del 2019 scelti tra centinaia di prodotti.

Quale concime comprare?

Ti spieghiamo tutto sul concime per aiutarti ad acquistare quello giusto, per iniziare i concimi possono essere disponibili ed utilizzati in tre diverse forme:

  • Granulare: questo tipo di concime può essere messo direttamente nel terreno con una buona sarchiatura (cioè la lavorazione del terreno che consiste nel rimescolamento dello strato superficiale) oppure lo si può sciogliere in acqua e versarlo nel terreno.
  • Liquido: che viene utilizzato durante l’irrigazione.
  • Fogliare: viene spruzzato direttamente sulle foglie.

Il concime organico per fiori va inserito scavando abbondantemente nel terreno e va utilizzato insieme a calcio o zolfo in base alle esigenze del pH del terreno. La dose giusta di questo concime sono due dita e va amalgamato e distribuito bene per poter arricchire il terreno. Ricorda che quando semini piante perenni o piante annuali devi inserire in ogni buca scavata, per deporre poi i semi, un po’ di composto organico e un po’ di concime. Il concime organico rilascia sostanze nutritive decomponendosi nel terreno e dando nutrimento alle radici per settimane e addirittura anche per mesi. Questo genere di concime non è dannoso per l’ambiente, anzi, rimanendo nel suolo costituisce anche un habitat per lombrichi e microbi. Per favorire lo sviluppo e la crescita delle piante e dei fiori una dose di concime deve essere usato adeguatamente, specialmente se vedi che il colore delle foglie e dei fiori se non sono brillanti ma opachi. Il terreno ben concimato, anche se in natura è ricco di sali minerali, richiede comunque dei fertilizzanti specifici, quindi puoi scegliere se utilizzare quelli liquidi (più veloci da somministrare ma con meno rilascio nel terreno) oppure quelli granulari (che hanno un lento rilascio e quindi fertilizzano per più tempo). Il nostro consiglio è quello di utilizzare quelli granulari in modo da poter somministrarne poco e meno volte, infatti, come detto prima, si dissolve nel terreno per settimane ma anche per mesi. Dopo questi piccoli consigli siamo fiduciosi che nel nostro negozio online tu possa trovare il prodotto che soddisfi le tue esigenze e che ti possa portare a risultati ottimali nella crescita delle tue piante da fiore.